Lazzari e Kate Pugsley

Lazzari, marchio di abbigliamento femminile con sede a Vicenza, ha presentato la nuova collezione primavera/estate 2017, che include una capsule collection disegnata dall’illustratrice americana Kate Pugsley.

Dopo Olimpia Zagnoli (2014), Julia Pott (2015), Ashley Goldberg (2015), Kendra Dandy (2016) e Anna Kövecses (2016), Lazzari continua a puntare sulla sinergia tra made in Italy e illustrazione.

A Kate Pugsley (che vive e lavora a Chicago) è stato chiesto di descrivere con tempera e pennelli le ragazze che ispirano Lazzari per la creazione dei loro capi. Il risultato è una capsule collection di tre camicie con tre differenti pattern. Immancabili nella collezione, i gatti, elemento ricorrente sia nei capi di Lazzari, sia nelle opere della Pugsley.

La collezione si può acquistare nei negozi Lazzari o online.

Kate Pugsley, è un’illustratrice e pittrice americana. Ha studiato alla Rhode Island School of Design, diplomandosi in illustrazione.

Ha lavorato per Flow Magazine, Chronicle Books, The New York Times, United Nations, Tiffany & Co., Everlane, Penguin Random House, 3M, Frankie Magazine, Roger la Borde, Red Cap Cards, Lenny Letter.

 

 

 

Ping Zhu per il calendario Burgo 2017

Burgo Distribuzione nasce nel 2004 come distaccamento del gruppo Burgo Group, storica cartiera italiana.
Il suo obiettivo è quello di separare l’attività di produttore da quella di distributore, e rappresenta da anni il punto di riferimento di stampatori ed editori del mercato italiano.

Ogni anno Burgo Distribuzione collabora con i più talentuosi illustratori per la realizzazione del calendario Burgo, con la consulenza artistica di Alessandro Giorgini e Illustri Festival.

Dopo l’edizione del 2016, affidata all’italianissimo Alessandro Gottardo in arte Shout, quest’anno la scelta è ricaduta su Ping Zhu illustratrice americana d’origine cinese, nata a Los Angeles e di base a Brooklyn.

La carta vista come una spiaggia, questa l’intuizione da cui nascono le opere realizzate dall’artista statunitense. Lo stile utilizzato è quello tipico dell’artista: uno stile che mantiene solo i dettagli essenziali delle figure e dei paesaggi, riuscendo comunque ad emozionare chi le osserva.

Attraverso le tinte accese o più tenui dei suoi acquerelli, il paesaggio viene modellato, narrando storie sempre nuove; l’llustratrice – che collabora assiduamente con il New York Times e il New Yorker, nel calendario Burgo rappresenta l’alternarsi delle stagioni, dalle lunghe ombre dell’inverno al calore intenso dell’estate. La carta, in questo modo, diventa custode di storie di vita quotidiana, mentre la spiaggia e il mare si vestono dei colori che il trascorrere del tempo dipinge su di loro.

Su ogni tavola viene lasciato spazio al foglio bianco, che si trasforma in un telo, un cappello o la cresta delle onde del mare. In questo modo si esalta la bellezza intrinseca della materia prima: la carta.

Ping Zhu è un’illustratrice laureata all’Art Center College of Design di Pasadena, California, che
attualmente vive e lavora a Brooklyn (New York). Collabora assiduamente con il New York Times e
il New Yorker. Fra i suoi clienti ci sono Instagram, GAP, American Express, NYU, Ann Taylor,
Stella Artois e Warby Parker. Le sue opere hanno ricevuto riconoscimenti da American
Illustration, Communication Arts, Society of Illustrators, Somerset House e dall’Art Director’s
Club Young Guns 11. Ha esposto le sue opere negli Stati Uniti, ma anche in Francia, Svezia e Regno
Unito. Il suo primo libro illustrato “Swan Lake”, è stato pubblicato da Nobrow Press. Ha realizzato
copertine per Penguin, Helium, Pushkin Press e Hardie Grant. Oltre a lavorare nel suo studio in
Pencil Factory, è anche insegnante di illustrazione al Pratt Institute di New York.