FEDERICA DEL PROPOSTO – The summer series

L’estate non è ancora finita, o almeno così sembra, guardando la nuova serie di lavori di Federica Del Proposto, intitolata appunto “The Summer series”.

Federica è stata invitata dalla Studio Ventizeronove di Milano a partecipare alla collettiva 12×12, un progetto organizzato in collaborazione con Milano Fashion Library, che ogni mese invita quattro illustratori a reinterpretare la moda e la sua evoluzione in una decade del secolo passato.

Federica del Proposto che è stata chiamata a rappresentare, con il suo personalissimo stile, gli anni ’30, ha realizzato due illustrazioni che sono poi state esposte, tra Giugno e Luglio, alla Biblioteca della Moda di Milano.

A proposito di Summer Series, Federica spiega: “la serie, che è nata dopo aver disegnato le prime due illustrazioni, è spontaneamente diventata un progetto di ricerca personale sull’estate, i viaggi, la moda e le donne. La moda non è una tematica molto presente nei miei lavori e questo mi ha portata a variare il mio stile, affrontando in maniera innovativa, un tema per me nuovo.
Inoltre, per questa serie, non ho usato i miei strumenti di disegno abituali (matite colorate e pennarelli a punta fine),  ma ho esplorato invece la colorazione digitale.
Ogni illustrazione è volutamente studiata in due versioni: monocromatica e a colori.
Grazie a questo progetto ho scoperto nuove possibilità espressive del mio stile che finora non avevo immaginato. Posso dire che sono molto contenta dei riscontri positivi che la serie sta avendo.”

Tutte le illustrazioni di Federica Del Proposto sono pubblicate sul suo sito:

www.federicadelproposto.com

 

 

 

 

 

Un portale per sole illustratrici: Women Who Draw

A proposito di donne.

Due illustratrici americane, Julia Rothman (vive e lavora a Brooklyn, NY) e Wendy MacNaughton (vive e lavora a San Francisco, CA), a gennaio di quest’anno, concepiscono e fondano una nuova piattaforma online, chiamata “Woman Who Draw”, con lo scopo di dare maggiore visibilità al lavoro delle illustratrici donne.

Nel giro di pochi mesi, più di 2700 professioniste hanno aderito al progetto, rendendo la piattaforma un vero e proprio database digitale, che aziende, riviste e privati possono liberamente consultare.

Julia Rothman e Wendy MacNaughton, raccontano come l’idea sia nata, dopo aver constatato e realizzato che la maggior parte delle copertine di importanti riviste,  siano tuttora disegnate da illustratori uomini.

Insieme hanno pensato che il miglior modo per dare maggiore visibilità alle professioniste donne, non fosse lamentarsi con la stampa, ma scavalcare il problema, creando un open directory di nomi, immagini e contatti di illustratrici, facilmente accessibile e consultabile.

Una postilla nella loro mission specifica che Woman Who Draw include illustratrici donne, transgender e sessualità non conformi.