EmilianoPonzi_WashingtonPost

La quarantena di Emiliano Ponzi per il Washington Post

Emiliano Ponzi, disegnatore e illustratore italiano, è stato invitato dal quotidiano americano The Washington Post a raccontare i giorni di quarantena a Milano, secondo la sua prospettiva.

Ogni post è scandito da un’ illustrazione, realizzata con Ipad Procreate, e da un testo che contiene talvolta un racconto personale, come un ricordo d’infanzia, atre volte la trascrizione di una telefonata con amici o ancora il racconto di una giornata tipo, scandita da code al supermercato, brevi passeggiate col cane e la mente che non riesce a fermarsi.

Il progetto è pubblicato e disponibile online sul sito del Washington Post.

EmilianoPonzi_WashingtonPost

Emiliano Ponzi vive a Milano ed è uno dei più importanti disegnatori italiani contemporanei. Il suo lavoro si basa sull’uso di texture, linee grafiche ed essenzialità, per comunicare in maniera diretta e sintetica. Le sue illustrazioni compaiono su pubblicità, magazine, libri, quotidiani e animazioni.

Tra i suoi clienti: The New York Times, Le Monde, The New Yorker, The Economist, Penguin books, LaRepubblica, Feltrinelli, Il Sole 24 Ore, Mondadori.

La quarantena illustrata da Riccardo Guasco

Com’è la quarantena vista dagli occhi di un illustratore? Quali sono i particolari che sa cogliere? E come li rappresenta in pochi tratti ma significativi?

A queste domande abbiamo trovato risposta nel recente progetto di Riccardo Guasco che, in queste settimane, ha realizzato un diario illustrato per raccontare i difficili giorni durante l’epidemia di Covid-19.
Le illustrazioni, realizzate in due mesi di quarantena, sono più di cinquanta, e verranno raccolte in un libro (firmato e numerato) che si può preordinare sul suo sito.
Parte del ricavato dalla vendita sarà devoluto a sostegno della Fondazione Solidal per il sostegno agli ospedali della provincia di Alessandria.

Gli aperitivi
I controlli
I medici
Il tempo
La Fase due
Chat Window

Riccardo Guasco è un illustratore e pittore di Alessandra, Piemonte.
Influenzato da movimenti come il cubismo e il futurismo e da personaggi come Picasso, Depero, Feininger, disegna con linee semplici e pochi colori cercando la leggerezza della forma e il calore cromatico.
Innamorato del manifesto come mezzo di comunicazione utile ad una buona educazione all’immagine, mescola poesia e ironia creando illustrazioni per far sorridere gli occhi.
Le sue illustrazioni appaiono su campagne pubblicitarie, riviste, libri, cappelli e biciclette.
E’ felice di aver collaborato con The New Yorker, Eni, TIM, Diesel, Rizzoli, Baldini & Castoldi, Poste Italiane, Campo Viejo, Giunti, Moleskine, Rapha, Thames & Hudson, DeAgostini, Sole 24 Ore, Emergency, Greenpeace, Rai, L’Espresso.